L’uso del linguaggio nello sviluppo di una guerra

Dall’articolo per il mio blog de L’AntiDiplomatico “Mondo e Psicologia”. “L’uso del linguaggio contribuisce allo sviluppo di ostilità: i processi d’ingerenza sono infatti nutriti anche da una macchina mediatica in cui, occultando informazioni e interessi economici, si punta a semplificare la realtà e a provocare sollecitazioni emotive di tipo paranoico che portano alla costruzione di un nemico, attraverso spinte emotive primitive basate su odio e paura”.
Per leggere l’intero articolo: LINK

L’uso del linguaggio nello sviluppo di una guerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
× Whatsapp