L’emergenza del Covid è anche psichica

Le zero risorse nel Decreto Rilancio sono un errore drammatico

Alcune riflessioni tratte dal mio blog “Mondo e Psicologia” per l’AntiDiplomatico.

Terminata la fase di isolamento che ha visto una task-force di migliaia di psicologi italiani intervenire gratuitamente in prima linea nella gestione delle problematiche psichiche della popolazione, con il DL Rilancio il Governo fa sapere che non saranno destinate risorse per la gestione dei problemi psicologici conseguenti alla pandemia da covid-19.

È inaccettabile che in situazioni come questa, ci si aspetti che interventi professionali in campo psichico continuino a reggersi solo sul volontariato, che si sta trasformando in una vera e propria forma di sfruttamento dei lavoratori della salute mentale.

Senza risorse destinate al campo psicologico, si rischia inoltre di precipitare in una situazione in cui gli interventi saranno sempre più di tipo farmacologico e attuati in emergenza, all’interno di cornici via via più contenitive. Tutto questo avviene nel paese della Legge 180, il paese della rivoluzionaria riforma psichiatrica di Franco Basaglia, attraverso la quale era stata ridata dignità a migliaia di esseri umani e alla loro sofferenza.

A tal proposito, riporto l’estratto dell’articolo contenente una mia intervista al Guardian, in cui denuncio tale dramma psicologico connesso al mancato investimento del Governo sulla salute psichica.

LINK

L’emergenza del Covid è anche psichica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
× Whatsapp